Cari segusini,
l’ospedale di Susa, così come gli altri ospedali dell’ASL TO3 ha allestito al suo interno un reparto per ospitare pazienti positivi al coronarovirus covid-19; i pazienti attualmente ricoverati sono 15 provenienti dai diversi Comuni della Valle, compresi alcuni cittadini di Susa. Le altre situazioni che riguardano cittadini residenti nel Comune di Susa, sono riferite a 8 casi di persone in isolamento domiciliare perché positive al coronarovirus e altri 8 casi in isolamento domiciliare fiduciario perché sono state a contatto con persone positive.

Pertanto il numero delle persone di Susa direttamente interessate e seguite per il Corona Virus alla data odierna è pari a 18 persone.


Dall’inizio dell’epidemia riceviamo quotidianamente richieste di numeri o addirittura dati che consentano di individuare i soggetti positivi.

Diamo informazioni sui numeri anche se non riteniamo che sia utile continuare con queste richieste perché totalmente prive di qualunque utilità di salute pubblica.

Il fenomeno è noto e purtroppo i numeri cambiano frequentemente, così come sono note le disposizioni alle quali i cittadini devono attenersi, non per possibili contatti con soggetti che risultano positivi ma in generale con qualunque altra persona.

Infatti la particolarità di questa epidemia è l’altissima trasmissibilità tra le persone e la caratteristica che il contagio può avvenire tra persone apparentemente sane.
Per questo rinnoviamo con forza l’invito che vuole essere un imperativo: STATE A CASA E USCITE SOLO PER ESIGENZE NON RINVIABILI. Nei prossimi giorni saranno più severi i controlli da parte delle forze dell’ordine e della protezione civile.

Gli operatori sanitari e socio sanitari, i funzionari comunali e delle aziende di pubblica utilità, gli amministratori del Vostro Comune sono tutti impegnati a fondo per affrontare l’emergenza. A voi chiediamo solo di non uscire di casa.

Qualunque necessità abbiate, può essere soddisfatta chiamando il numero verde della Croce Rossa 800 065 510 che attraverso i propri volontari e in collaborazione con il Comune può rispondere a interventi di prima necessità, consegnare pasti e farmaci a domicilio, fornire informazioni sui servizi comunali presenti o da richiedere.

Stiamo valutando di allestire altri servizi di ascolto telefonico di cui verrà data puntuale comunicazione, perché ci rendiamo conto che soprattutto per le persone anziane e sole, questa situazione che rischia di essere anche di isolamento, può generare molta preoccupazione.


Seguiteci sui mezzi di informazione ufficiali e seguite gli aggiornamenti innanzitutto sul sito della Città di Susa.


Con responsabilità e tutti insieme ce la faremo a superare questa crisi e ci troveremo più forti e più uniti

Città di Susa
Il Sindaco
Piero Genovese