24 marzo 2020

#ilsindacorispode
Gli argomenti di oggi
❌Aggiornamento emergenza coronavirus a Susa
❌iniziativa di raccolta fondi per aiutare il gran lavoro dell’ospedale di Susa
❌mercato settimanale
❌isolamento fiduciario
❌zona blu a Susa
❌ringraziamenti a tutti per l’impegno
#restiAmoacasa #andratuttobene #cittadisusa

Situazione attuale

In qualità di Sindaco e Operatore ASL qual’è la situazione all’Ospedale di Susa in questo momento?

Risponde il Sindaco di Susa Piero Genovese

Il Comune riceve le informazioni sulla situazione in due canali, il primo è quello della Protezione Civile che tutti i gironi aggiorna l’elenco dei casi positivi per ogni Comune, l’altro canale sono le segnalazioni puntuali dell’ASL sull’inserimento al proprio domicilio sia dei soggetti positivi che dei soggetti in affidamento fiduciario.

Queste due fonti sono le uniche ufficiali che aggiornano costantemente la situazione al Comune. La situazione ad oggi è la seguente, i pazienti che sono ricoverati in Ospedale complessivamente occupano tutti i letti disponibili e sono 16, i casi positivi seguiti a domicilio sono aumentati sono pari a 12 casi a cui si aggiungono altri 15 casi di cittadini di Susa che sono in affidamento familiare fiduciario, abbiamo una stabilizzazione dei ricoveri in Ospedale che sia per quanto riguarda il reparto dedicato sia per quanto riguarda i pazienti in Pronto Soccorso 

L’aumento dei casi in affidamento fiduciario, è legato all’esito dei tamponi che dopo alcuni giorni vengono comunicati e in base alla positività ampliano il trattamento domiciliare da parte dell’ASL dei pazienti, questa forma di isolamento viene estesa a tutti i componenti del nucleo familiare e questo aumenta il numero dei casi di isolamento fiduciario.

Abbiamo da un lato la notizia positiva che alcuni dei pazienti ricoverati sono stati inviati per continuare le cure al proprio domicilio, dall’altra purtroppo dobbiamo registrare come ci è stato segnalato il decesso di una persona Segusina che era positiva al Virus, naturalmente alla famiglia va il nostro più sentito abbraccio di affetto e condoglianze da parte di tutta la città, così come un abbraccio affettuoso va a tutti i familiari delle persone ricoverate ai quali possiamo garantire l’impegno della nostra città e dei servizi dell’ASL per far fronte a questa emergenza continua ad essere costante e di altissimo livello. Proprio per questi motivi oggi viene avviata ufficialmente ma già ieri è stata presentata una campagna di di raccolta fondi lanciata dal nostro Comune in accordo con alcune Associazioni Cittadine per implementare la dotazione strumentale a disposizione dell’Ospedale di Susa e dei professionisti che vi lavorano, per supportare l’attività respiratoria delle persone ricoverate, questo perché tra i sintomi più tremendi di questa malattia c’è proprio la difficoltà alla respirazione e l’Ospedale di Susa come moltissimi altri Ospedali non è attrezzato per far fronte ad una emergenza di questo tipo.

Proprio per questo motivo attraverso la donazione di due Associazioni Segusine, ieri sono stati consegnati in Ospedale i primi 2 ventilatori che supporteranno le funzioni respiratorie nei confronti dei pazienti ricoverati. Sono stati consegnati in un momento al quale erano presenti sia i medici dell’ospedale, Direzione Sanitaria, responsabile del Pronto Soccorso e del Servizio di Anestesia, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni, il Sindaco del Comune di Gravere nonché Presidente dell’Unione Montana Alta Valle, oltre ad aver ricevuto la vicinanza di altri Comuni, e la disponibilità a collaborare e partecipare a questa iniziativa da parte di Enti, Istituzioni e Associazioni e di Cittadini della Valle.

L’Ospedale è un presidio che serve per motivi di salute in momenti normali ma soprattutto in momenti straordinari come questo. L’intera comunità segusina e della Valle vuole essere vicina agli operatori dell’ASL vuole essere vicina per dimostrare la vicinanza attraverso ulteriori strumenti che possano supportare la loro attività  e venire incontro alle esigenze dei Cittadini colpiti da questa malattia. Questa raccolta fondi verrà lanciata e si propone di poter dotare l’Ospedale di numerosi altri ventilatori e altra strumentazione sanitaria utile per gestire questa emergenza ma poi rimarrà nella dotazione di questo Ospedale anche nelle fasi successive. Invitiamo tutti ad aderire a questa raccolta fondi che sarà presentata in giornata attraverso tutti i mezzi ufficiali Istituzionali e sui Social. Aderiamo tutti e partecipiamo insieme.

Mercato

Perché continua ad esserci il mercato il martedì a Susa?

Risponde il Sindaco di Susa Piero Genovese

Abbiamo ritenuto di mantenere il mercato s Susa perché si svolte unicamente con i generi alimentari, generi di prima necessità per i quali non è prevista la sospensione dell’attività, mentre viene sospesa la vendita di tutti gli altri generi, il fatto di avere uno spazio molto ampio a disposizione quale quello di Piazza della Repubblica e il fatto di avere meno banchi presenti consentirà in mattinata di poter disporre il mercato con spazi maggiormente distanziati i banchi presenti.

Non abbiamo ritenuto di dover sospendere questo tipo di attività che in realtà rappresenta anche per i Cittadini un punto di acquisto di generi di prima necessità più comodo e fruibile rispetto ai negozi presenti in Città per i generi di tipo alimentare.

Le recenti disposizioni prevedono che l’accesso ai negozi sia contingentato per il rispetto delle distanze ed ha fatto per alcuni gestori ridurre l’orario di apertura. Vogliamo evitare gli assembramenti e le code davanti all’ingresso dei negozi e quindi riteniamo che l’attività svolta per consentire ai Cittadini di recarsi al mercato con le giuste distanze per l’accesso alle attività.

Saranno presenti nella mattinata e per tutta la durata del mercato sia le forze della Polizia Municipale sia Volontari della Protezione Civile per verificare il rispetto delle regole e limitare sia i Cittadini sia gli Esercenti a rispettare le regole sia gli aspetti igienici per il trattamento degli alimenti, l’uso della mascherina, dei guanti, ma soprattutto per mantenere le distanze tra i Commercianti e i Clienti ed evitare gli assembramenti e gli incontri personali nello spazio del mercato e nelle vie adiacenti.

Stiamo uscendo con una comunicazione sul commercio con la disponibilità dei Commercianti per la consegna della spesa a domicilio,  per farvi restare a casa il più possibile.

Isolamento fiduciario

Possiamo capire meglio come funziona l’isolamento fiduciario perché solo 8 persone sono entrate in contatto con gli 8 positivi, non è pensabile che un individuo in 15 giorni entri in contatto con una sola persona, capisco la privacy ma le persone che sono state a contatto con un positivi come fanno a saperlo?

Risponde il Sindaco di Susa Piero Genovese

Effettivamente l’isolamento fiduciario viene posto nei confronti dei familiari conviventi, questo da un lato crea attorno alla persona riscontrata positiva un sistema di protezione e controllo permette che vengano curati nel tempo sia rispetto ai singoli che alla possibilità che entrino a contatto con altre persone.

E’ chiaro che questa forma di isolamento non può essere estesa a tutte le persone che sono venute in contatto e pertanto rinnoviamo l’invito a continuare con estrema determinazione con l’unica forma vera di cautela o tutela per se stessi e per gli altri evitare qualsiasi tipo di contatto per cui restare a casa è già una forma per noi stessi, per la famiglia e per la collettività.

Quando dobbiamo avere rapporti con le altre persone mantenere la distanza di sicurezza non inferiore al metro, lavarci molto spesso le mani, quando tocchiamo delle superfici non tocchiamoci il viso e le altre parti del nostro corpo, attraverso la prevenzione e attraverso gli atteggiamenti prudenti evitiamo rischi per noi, per la nostra famiglia e per l’intera collettività, questo è l’unico modo per combattere la diffusione del virus.

Portatore di virus

Una persona stando a casa posso essere portatore del virus?

Risponde il Sindaco di Susa Piero Genovese

Quando si dice stiamo a casa, bisogna evitare anche di fare venire delle persone extra ambito familiare a venirci a trovare. Sono assolutamente da evitare cene, incontri con Parenti e Amici.

E’ un periodo in cui dobbiamo stare a casa con il nostro nucleo familiare e con nessuna altro

Zona Blu

L’amministrazione ha previsto un esenzione sul pagamento della zona blu?

Risponde il Sindaco di Susa Piero Genovese

Fino al 3 aprile, data di scadenza di alcune norme introdotte, date ad oggi indicative, in base all’andamento dell’epidemia, verrà valutato se si prolungheranno o meno, abbiamo predisposto intanto un’ordinanza che vale fino al 3 di aprile, la zona blu nello spazio antistante l’Ospedale, che va dal semaforo di Corso Inghilterra finta Corso Stati Uniti, venga sospesa su entrambi i lati, per favorire l’accesso di Pazienti, Familiari, Operatori Sanitari, alla Struttura Ospedaliera.

Per il resto della Città viene mantenuta perché abbiamo pensato che in questo momento non portasse nessun vantaggio ai Commercianti e la disponibilità di spazi di parcheggio gratuito ampi e disponibili, se il Cittadino vuole utilizzare questi parcheggi può farlo tranquillamente, il parcheggio nel centro storico e nelle vie della Città è stato mantenuto in questo momento come zona ancora a pagamento sulle strisce blu.